Stampa
 
I nostri preferiti Rock U2 - Achtung Baby (Island 1991)
 

U2 - Achtung Baby (Island 1991) Hot

ImageC’è chi potrebbe anche non essere d’accordo: dover scegliere un solo disco per raccontare un po’ di U2 è impresa improba. Il gruppo di Dublino, dagli esordi come alfieri di una new wave che dimenticava l’oscurità, attraverso decine di canzoni che il tempo ha trasformato in inni (Pride, Sunday Bloody Sunday, New Year’s Day, 40, I Will Follow) e, soprattutto, scrivendo con The Joshua Tree una delle pagine eterne della storia del rock, arriva al principio degli anni ‘90 a guardare negli occhi l’abisso. Dopo la trionfale tournee mondiale cominciata nel 1987 (che poi si trasformerà in Rattle And Hum), la strada davanti agli U2 arriva ad un bivio: continuare con una formula pluripremiata ma espressa e celebrata fino in fondo o mischiare le carte e ripartire? Quando il video di The Fly arriva ad anticipare l’uscita di Achtung Baby nel 1991 la direzione non può essere più chiara: “Ogni artista è un bugiardo / ogni poeta un ladro” ulula Bono fasciato di pelle nera e con il viso nascosto da un paio di enormi occhiali da sole.

Intorno, una tempesta di chitarra elettrica trattata e filtrata ed un ritmo che tradisce le sue radici industriali e mette da parte il canone rock. Il disco, concepito e registrato in una Berlino da poco orfana del Muro, lascia detonare in libertà ogni spinta futurista ed ironica che il gruppo aveva trattenuto fino ad allora: sparita la sincera immagine di ragazzotti capitati per caso in classifica, gli U2 si abbandonano ad un vortice di slogan e riff che ritrae fedelmente il viso meticcio dei tempi. E in mezzo, per buona misura, indovinano con One una delle ninnananne collettive più felici e azzeccate di sempre. Ripartono. E per un attimo il passato, per quanto glorioso, scompare. Non è da tutti. (Marco Sideri)

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews