Stampa
PDF
 
I nostri preferiti Rock C.O.B. - Spirit Of Love (CBS 1970)
 

C.O.B. - Spirit Of Love (CBS 1970) Hot

Image Buffo come certi suoni invecchiando risultino più attuali. Nel caso di Spirit Of Love e di un po’ tutto l’hippie folk, ad esempio, lo scorrere del tempo consente di storicizzare l’apparato medieval-esoterico-freakettone che appena qualche tempo fa poteva suonare irritante. Insomma, oggi è più facile percepire il fascino arcano di una melodia come Music Of The Ages senza troppo preoccuparsi della retorica tardo-romantica delle parole. Il primo album della Clive’s Original Band (1970) è stato a lungo vittima di una reperibilità a dir poco ardua e di una vox populi che considerava il gruppo alla stregua di una dépendance della Incredibile String Band. Se è vero che dei tre fondatori della ISB, Clive Palmer era il meno pirotecnico, gli va tuttavia riconosciuto un approccio alla scrittura più ordinato e poetico rispetto a Robin Williamson e Mike Heron (con cui restò per un solo album).

Prodotto da Ralph McTell (il cui rilassato approccio compositivo influenza non poco la title-track), Spirit Of Love si muove fra una sospesa serenità pastorale (Soft Touches Of Love), ben strutturate ballate finto-antiche (Skranky Black Farmer) e qualche armonia modale speziata d’oriente e d’esoterismo come Serpent’s Kiss, il momento più vicino alla Incredible e che vede la partecipazione di Ursula Smith della Thir Ear Band. Dove però il trio (oltre a Palmer c’erano John Bidwell e Mick Bennett) risulta davvero riconoscibile è nei momenti più oscuri e quasi messianici come Wade In The Water, per sole voci e percussione, e l’epica Sweet Slavery. Si immagini un Tolkien a cui abbiano ‘speziato’ il tè per una buona approssimazione di quanto si ascolta qui. Tanta aromatica sostanza verrà riproposta solo in parte nel successivo Moyshe Mcstiff And The Tartan Lancers Of The Sacred Heart (1972), epitaffio un po’ sconnesso di un gruppo dalla vita breve ma capace, nei momenti migliori, di essere più comunicativo e accessibile rispetto alla Incredibile String Band. Come a dire che, se si vogliono ascoltare ‘canzoni’, Spirit Of Love funziona meglio di The Hangman’s Beautiful Daughter.  (Antonio Vivaldi)

{mos_sb_discuss:11}

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
88
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
86
Valutazione Utenti
 
0 (0)
4.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)