Stampa
PDF
 
Rock Recensioni TAMIKREST - Toumastin
 

TAMIKREST - Toumastin TAMIKREST - Toumastin Hot

TAMIKREST - Toumastin

Dettagli

Artista
Titolo
Toumastin
Anno
Casa discografica
Secondo album per questa giovane formazione tuareg originaria di Kidal (Mali), remota località desertica sprofondata nel nord-ovest del Sahara. Un lavoro nuovamente prodotto da Chris Eckman, ex leader dei Walkabouts, che proprio in questi giorni è in uscita con un interessante nuovo progetto (L/O/N/G, "American Primitive"), ancora una volta targato Glitterhouse. "Toumastin", come il precedente e più riflessivo "Adagh", è un ottimo esempio di quel che accade quando gli africani si rimpossessano del blues, che nel "continente nero" affonda saldamente le proprie radici, mescolandolo all'impetuosa e liberatoria energia del rock. Come i conterranei e più affermati Tinariwen, infatti, i Tamikrest trovano nella musica il modo di affermare, valorizzare, veicolare con forza la propria identità culturale, così a rischio in stati nazionali, in cui il nomadismo tuareg viene continuamente osteggiato e discriminato. Formazione ampia, otto gli elementi che la compongono, i Tamikrest si segnalano per la splendida luminosità e riconoscibilità del loro sound, caratterizzato da un uso avvincente delle chitarre elettriche (ma anche acustiche), ruggenti e al contempo sognanti. In alcuni momenti sono addirittura quattro i chitarristi in azione, fenomeno insolito nella musica africana, in genere più portata (anche se meno in Africa dell'ovest dove primeggiano gli strumenti a corda) ad intrecciare ritmi e a intessere poliritmie. Il resto è affidato alle voci umane, alle inserzioni delle due coriste, spesso in forma antifonale, al lavoro della sezione ritmica (batterista e percussionista), e agli interventi di una nutrita schiera di musicisti aggiunti, tra i quali figura lo stesso Chris Eckman, impegnato all'organo in un paio di tracce. Undici brani in tutto, cantati rigorosamente e orgogliosamente in Tamashek, la lingua del popolo tuareg, a costituire un Cd che si presenta come un radioso viaggio in un desert-rock africano, a tratti riuscito amalgama tra i Crazy Horse più ipnotici e il blues di Sam "Lightnin'" Hopkins. Un album che, senza offesa per nessuno dei coinvolti nell'operazione, può davvero essere il disco per l'estate 2011, nel vero senso della parola. Solare. (Marco Maiocco)
vedi sotto video

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Giudizio complessivo 
 
9  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
TAMIKREST - Toumastin 2012-01-07 17:12:29 virginio deangeli
Giudizio complessivo 
 
9
Opinione inserita da virginio deangeli    07 Gennaio, 2012

un cd che mi ha lasciato senza fiato, amavo i Tinariwen, ma i Tamikrest sono ancora più grandi, la perfetta fusione, rock e africa ha raggiunto vertici incredibili, l'esperienza Dirtmusic è servita:

Disco del 2011, niente mi ha dato tante emozioni.

Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 
Powered by JReviews

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
95
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
4.
Valutazione Autore
 
87
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
84
Valutazione Utenti
 
0 (0)
6.
Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)
7.
Valutazione Autore
 
78
Valutazione Utenti
 
0 (0)
8.
Valutazione Autore
 
77
Valutazione Utenti
 
0 (0)
9.
Valutazione Autore
 
77
Valutazione Utenti
 
0 (0)